Cervicale O Infiammazione Della Cervicale: Cause E Sintomi

Cervicale O Infiammazione Della Cervicale: Cause E Sintomi

L’infiammazione della cervicale, conosciuta anche con il nome di cervicale, si presenta come uno dei disturbi tra i più diffusi al mondo, sia negli uomini sia nelle donne adulte.

Questo disturbo prevede l’infiammazione della zona cervicale, quindi colpisce le vertebre della colonna vertebrale che servono a sostenere la testa e il collo.

Ma quali sono le principali cause e sintomi della cervicale? Scopriamolo insieme!

Le principali cause della cervicale

L’infiammazione cervicale può avere diverse cause. Il dolore cervicale potrebbe essere innanzi tutto dovuto a un trauma di natura occasionale dovuto a un infortunio sportivo oppure a un incidente, ad esempio, come succede quando si ha il classico corpo di frusta.

Oltre all’infiammazione dovuta agli incidenti. Un altro fattore di rischio che porta a soffrire di cervicale è lo stress. Questo determina una tensione eccessiva a livello muscolare e porta così a un’infiammazione della cervicale.

Chi fa determinati lavori, potrebbe accusare dolore nella zona cervicale a causa di una postura scorretta mantenuta per un lungo periodo.

Tra gli altri fattori che predispongono a soffrire di cervicale ci sono anche le alterazioni a carico della colonna vertebrale come ad esempio: cifosi dorsale, scoliosi oppure lordosi lombare. Oltre al dolore cervicale, si possono avvertire disturbi concatenanti come la lombalgia.

Infine, è possibile che il dolore cervicale sia causato per:

· Patologie progressive che intaccano la salute delle ossa (artrite reumatoide, osteoartrosi, ernia del disco)

· Malattie che portano ad avvertire dolore nella zona cervicale

· Ernia del disco che porta a una compressione dei nervi e sintomi dolorosi nella zona cervicale

· Malocclusione: disturbi che si verificano a causa di un’errata chiusura delle arcate dentali, causando di conseguenza fastidi e tensioni alla mandibola.

I sintomi della cervicale

I sintomi della cervicale possono essere di entità variabile. Di solito, questa insorge come un dolore di tipo costante che si localizza in varie zone della colonna cervicale.

I sintomi possono essere alleviati da diversi trattamenti, come quello proposto da Cervicalix, pensato per riuscire a mantenere la zona libera dall’infiammazione costante.

La localizzazione del dolore cervicale permette di comprendere l’origine del problema e il coinvolgimento o meno dei nervi, oppure se è in corso una reazione di tipo infiammatoria.

Quando si presenta una vera e propria cervicale, il dolore riguarda principalmente la zona del collo, si avverte dolore e rigidità muscolare, inoltre viene riportata anche una mobilità limitata della zona colpita. Il dolore che si avverte è molto simile a quello di un torcicollo.

Quando invece si soffre anche di forte mal di testa, allora si parla di sintomi legati a una sindrome cervico-cefalica, ossia determinata dalla comparsa di cefalee di tipo tensivo quali: emicrania, disturbi alla vista e all’udito, vomito e vertigini.

Infine, in caso di sindrome cervico-brachiale, il dolore si irradia anche alle spalle e alle braccia. Si avvertono dei formicolii fastidiosi, un’eccessiva sensibilità articolare e si avverte una compressione nella zona dei nervi cervicali.

I dolori a carico della cervicale possono regredire nel corso di pochi giorni o massimo una settimana. Naturalmente è necessario curare correttamente l’infiammazione, in quanto questa tende a ripresentarsi nel corso del tempo.

In alcuni casi gravi, se la cervicale si protrae per più di tre mesi si definisce cronica. In alcuni casi, la cervicale può aggravarsi anche per fattori come lo stress, posture continuamente scorrette, allenamenti scorretti.

Per riuscire a identificare esattamente le cause della cervicale in base ai sintomi provati, il consiglio è di rivolgersi sempre a un medico professionista.

L’esatta localizzazione della natura del dolore, infatti, può essere effettuata esclusivamente da un fisiatra oppure da un ortopedico, che si avvarranno dei giusti esami diagnostici al fine di constatare e verificare il tipo di cervicale. Tra gli esami che si effettuano ci sono: la TAC, risonanza magnetica, radiografia ed elettromiografia.

Marco Dal Puppo

Aggiungi un commento